Twentynine

Ho 30 anni.

Ho scelto di partecipare a Realityproject perché da sempre per me essere nudi, fisicamente, vuol dire liberarsi da tutto e avvicinarsi un po’ di più agli altri perché sotto sotto siamo tutti uguali, tutti nudi!
Vedersi attraverso le foto, e vedere gli scatti delle altre persone che hanno partecipato al progetto, scatti di vite quotidiane e corpi reali, ci avvicina: tutti abbiamo questo involucro, comunque prezioso, con difetti e i pregi che ognuno di noi vede in esso, ma in realtà siamo molto di più.
Sembra ovvio ma spesso non lo è.
Infatti c’è chi ancora si scandalizza nel vedere un corpo nudo (molti..troppi..) e mi chiedo: non siamo tutti fatti allo stesso modo? non avete gambe, braccia, sederi, pance, capezzoli?
Più nudità per tutti!

_________________________________________

I’m 30.

I decided to participate in Realityproject because for me, to be naked, physically, it means get rid of everything and get closer a bit more to others because deep down we are all equal, all naked!
Looking at oneself through these photos, and see the shots of the other people who participated in the project, shots of daily life and real bodies, brings us closer: we all have this shell, however valuable, with flaws and virtues that everyone of us sees in it, but in reality we are much more.
It sounds obvious but often is not.
In fact there are those who still are shocked to see a naked body (unfortunately too many) and I ask myself: aren’t we all made the same?
Haven’t you got legs, arms, butts, bellies and nipples like everyone have?
More nakedness for everyone!

  • Share: